Rifugio Passo Principe

Rifugio Passo Principe - Rifugio Passo Principe - Rifugio Passo Principe - Rifugio Passo Principe -
Descrizione

Situato all'omonimo passo, al riparo di una roccia, questo piccolo rifugio si trova su un' importante crocevia di sentieri, nel gruppo del Catinaccio, a cavallo fra il Sudtirolo ed il Trentino ed alla base della cima più alta del gruppo, il Catinaccio d'Antermoia – Kesselkogel m 3004.

I suoi nomi in italiano ed in tedesco che non sono la traduzione l'uno dell'altro, ci dicono che è ubicato tra un'area di lingua tedesca ed una Ladina e che hanno in comune la stessa storia.

Di qui infatti transitò, fra il 1500-1600, Daniele Zen, principe vescovo di Bressanone, per andar a far visita ai propri sudditi fassani. La Val di Fassa apparteneva appunto a detto principato e, nel frangente, li aiutò a pagare le tasse ai capitanati dell'impero, preposti a tale scopo. Da allora i fassani, chiamarono il passo Principe in tal modo, per ringraziare il loro governatore che, guarda caso, fu l'unico principe vescovo di origini fassane.

La denominazione Grasleitenpasshütte invece, ha un significato legato all'ambiente ed alla pastorizia. Il sottostante rifugio Bergamo, nome assegnato durante il periodo fascista, si chiama Grasleitenhütte, ovvero il rifugio degli ultimi pascoli, ed il rifugio passo Principe, è il rifugio (hütte) al passo (pass) sopra gli ultimi pascoli (Grasleiten).

Il primo rifugio fu costruito da Franz Kofler di Campitello, nel 1952, e rifatto nel 2006/2007 dalle guide alpine Daniele e Sergio Rosi.

Ora, pur mantenendo la sua tipicità di rifugio d'alta montagna, è dotato di piccoli confort, quali doccia, locale asciugatoio, piccolo, ma ben fornito bar e buona cucina tirolese, nonché di confortevoli camerate in legno.

Posti letto circa 25



Punti di forza
  • Consigli ed accompagnamento direttamente dai gestori Guide Alpine Sergio e Daniele.
  • Apertura invernale per sci alpinismo e ciaspole.
  • Partenza della via ferrata Catinaccio d'Antermoia (m 3004) a cinque minuti dal rifugio.


Accessi al rifugio

Dalla Val di Fassa:

Da Pera di Fassa, in direzione Canazei, si raggiunge il parcheggio dal quale partono i pulmini che portano fino a Gardeccia m 1943.

In alternativa è possibile risalire in quota con la funivia da Vigo di fassa sino al Ciampediè, da dove un comodo sentiero semi-pianeggiante porta a Gardeccia (ore 0.45).
Da Gardeccia risalire la strada sterrata, fino ai rifugi Preuss e Vajolet m 2245 (ore 1).
Proseguire nell’ampio vallone per comodo sentiero sulla destra orografica, fino al Passo Principe - Grasleitenpasshütte m 2600 ed all’omonimo rifugio (ore 1,15).

Dal versante Altoatesino:

Partendo dai Bagni di Lavina Bianca – Weisslahnbad nei pressi dell'abitato di Tires: si raggiunge il Rifugio Bergamo -Grasleitenhütte m 2165 (ore 3,30) lungo la bella Val Ciamin, poi per ripido sentiero ghiaioso fino al rifugio passo Principe – Grasleitenpasshütten (ore 1,30).



Vedi l'elenco completo dei rifugi

L'accoglienza in quota

Proposta itinerari

Occasioni da non perdere

Panorami mozzafiato

Seguici anche su:

facebook twitter instagram
© 2016 Rifugi del Catinaccio     |     Credits     |     produced by © INTERNET SERVICE™ S.r.l.     |     Dolomites Italy